IL PRIMO FORUM DEI MILITARI DELLA POLIZIA  E CARABINIERI vacanze, viaggi, mare, montagna, hotel, lastminute, lastsecond, offerte viaggi, voli, alberghi - PERSONALE MILITARE POLIZIOTTI CARABINIERE DONNE E UOMINI SOLDATI  SOLDATESSE MILITARESSE FORZE ARMATE FORZE DI POLIZIA E PUBBLICO IMPIEGO - WWW.MILITARI.INFO - RUOLO VOLONTARI SERGENTI MARESCIALLI UFFICIALI MARINA ESERCITO AERONAUTICA IMPIEGATI IMPIEGATO IMPIEGATE AMICIZIA SESSO SEXY RAGAZZE RAGAZZI DONNA FEMMINILE INCONTRI INCONTRO CASERME BASI BLOG FORUMS

Indice del Forum

 

 

 

.

WWW.MILITARI.INFO
Il Forum delle Forze Armate e Forze di Polizia

 FAQFAQ   CercaCerca   Lista UtentiLista Utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 PHP121Instant Messenger   ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 

 

Seguici su Facebook Fan - News - Forze armate - Blog militari - Blog polizia
 

Gli avvicendamenti - Il meteo - Le foresterie - Il mercatino

vacanze, viaggi, mare, montagna, hotel, lastminute, lastsecond, offerte viaggi, voli, alberghi amore amicizia incontri case viaggi ferie mare soldi prestiti scambio turismo auto euro salute malattie prestiti sesso sex alberghi hotel donna donne ragazza

ragazze ragazzi uomini roma firenze venezia cagliari foggia napoli milano veneto bologna emilia romagna rimini san marino liguria valle d'aosta piemonte CHATTARE SINGLE italia

 
   

 

   
rientro da lic. ordinaria per motivi si servizio.

 
Nuovo Argomento   Rispondi    Indice del Forum -> CAPITANERIE DI PORTO - GUARDIA COSTIERA
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
SoulStar VFB



Registrato: 11/10/05 07:42
Messaggi: 48

MessaggioInviato: Lun Giu 12, 2006 10:31 am    Oggetto: rientro da lic. ordinaria per motivi si servizio. Rispondi Citando

mi hanno fatto rientrare per motivi di servizio quando io avevo preso la licenza per studiare per l'esame della patente nautica senza limiti e in piu mi hanno fatto perdere una cosa importante che avevo programmato (avendo l'ordinaria smarcata e non il recupero)

posso agire in qualke modo? cè qualche cosa che si puo fare almeno cosi la prossima volta ci pensano 2 volte a richiamarmi in servizio senza farmi perdere cose che avevo programmato?

grazie
Top
Profilo Invia Messaggio Privato
Ospite






MessaggioInviato: Lun Giu 12, 2006 6:56 pm    Oggetto: Rispondi Citando

Dal tenore del messaggio credo che la tua carriera sia appena iniziata, quindi Ti consiglio vivamente di pensare al servizio, non sei impiegato alle poste o al catasto, con tutto il rispetto per questi onorevoli posti di lavoro. Sei un militare e devi iniziare a pensarlo con tutto il cuore.
Con simpatia. Un 1° M.llo
Top
ospite
Ospite





MessaggioInviato: Mar Giu 13, 2006 10:21 am    Oggetto: Rispondi Citando

Sono tutte stro......ate, certo il servizio è servizio, ma quanto ti viene concessa una licenza e tu a seguito di ciò hai programmato un viaggio ed quindi sostenuto delle spese(biglietto aereo, nave, treno o soggiorni vari) la tua amministrazione e tenuta a rimborsarti tutto. Vedi ultimo contratto di lavoro.
Non dare retta a chi ti dice sei un militare e quindi devi soffrire , dice solo ****** il rispetto della persona è un'altra cosa, esistono leggi e regolamenti che tutti sono tenuti a rispettare superiori ed inferiori.
Top
ospite
Ospite





MessaggioInviato: Mar Giu 13, 2006 10:24 am    Oggetto: Rispondi Citando

errata corrige ..... quando...........
Top
Ospite






MessaggioInviato: Mer Giu 14, 2006 7:37 pm    Oggetto: Rispondi Citando

Non meriti risposta, impara a conversare in modo educato e poi ...forse ne riparleremo
Top
Guardia Costiera Dream
Ospite





MessaggioInviato: Mer Giu 14, 2006 8:50 pm    Oggetto: Rispondi Citando

Purtroppo gli anni passano e le cose non cambiano....
La nostra Amministrazione continua nella logica anacronistica di sfruttamento del personale, con retoriche inutili sullo spirito di servizio ed il sacrificio personale, concezioni tipiche della marina borbonica.
Quasi quasi riescono a farti credere che ciò che facciamo è importante e realmente utile..... conferenze stampa, attività promozionale, corsi, mare sicuro ecc.... mi viene quasi da ridere.
L'altra notte sono stato in piedi sino alle 05.00 del mattino per un problema di cui ovviamente non posso trattare in questa sede.
Vi posso però dire che la PS che ci ha accompagnato in questa piccola operazione (che ho condotto solo grazie alla mia iniziativa, perchè se fosse stato per qualcun'altro, chi se ne frega...) ad un certo orario ha cambiato il personale con una nuova pattuglia appena montata.
Noi in piedi dalle sette del mattino a spaccarci il di dietro con attività operativa, militare in senso stretto, ammistrativa, di pg, di contatto con il pubblico, ecc.... insomma eravamo distrutti, loro invece tranquilli, facevano il loro turno di 6 ore, avevano il loro bel dirigente responsabile ed a un certo orario "ciao ciao", hanno passato le consegne ai montanti, che, freschi e riposati, erano belli e pronti per qualsiasi cosa.
Morale della favola: un'altra volta ci penso due volte a fare il TV Sammarco perchè la loro è un'Amministrazione vincente, che lavora con logiche di avvicendamento del personale, di operatività 24 ore su 24, con compiti e funzioni ben definite, strumenti di lavoro adeguati... noi ancora con la mentalità della regia marina... fare tutto senza fiatare, senza smontare, senza poter fare una licenza sereni che ti squilla il cel ogni 5 minuti perchè nessuno ti può sostituire, senza strumenti adeguati, senza norme di legge che ti consentano di operare sereno perchè si lavora pensando come giustificare giuridicamente quello che fai, in più con le divise da marinai in attività operative, che tristezza...
Credo che difficilmente nel futuro riusciremo a reggere il confronto con le altre amministrazioni, perchè loro sono nel 2000 noi nell'800, ancora con il baciamano e la penna forbita...
Quindi rispettiamo il personale, mandiamolo sereno in ferie, impariamo a pensare come miglioare la nostra Amministrazione, evitando di pensare che siamo insostituibili.... fidiamoci del personale e non giudichiamolo dicendo che quello è scarso, quell'altro non se ne frega niente, quallo non capisce nulla (anche se talvolta è vero) ecc.. ed evitiamo di disturbare la gente in ferie, se non per qualcosa di realmente serio...
La nostra vera ricchezza è il personale, impariamo a rispettarlo!!!!
Saluti
Top
Uff. Sup. CP
Ospite





MessaggioInviato: Gio Giu 22, 2006 5:41 pm    Oggetto: Rispondi Citando

Anonymous ha scritto:
Dal tenore del messaggio credo che la tua carriera sia appena iniziata, quindi Ti consiglio vivamente di pensare al servizio, non sei impiegato alle poste o al catasto, con tutto il rispetto per questi onorevoli posti di lavoro. Sei un militare e devi iniziare a pensarlo con tutto il cuore.
Con simpatia. Un 1° M.llo


Caro 1° M.llo comprendo benissimo il tuo invito rivolto a ricordare i doveri di un militare, ma non dimenticare che ai militari si applicano in pieno tutte le vigenti disposizioni legge comprese quelle sulla concessione delle licenze e sull'orario di lavoro.
Sono gli abusi a creare distorsioni nel sistema come la democrazia è una bella cosa, l'aberrazione della democrazia no.
Top
Ospite






MessaggioInviato: Gio Giu 22, 2006 6:37 pm    Oggetto: Rispondi Citando

[quote="Uff. Sup. CP"][quote="Anonymous"]Dal tenore del messaggio credo che la tua carriera sia appena iniziata, quindi Ti consiglio vivamente di pensare al servizio, non sei impiegato alle poste o al catasto, con tutto il rispetto per questi onorevoli posti di lavoro. Sei un militare e devi iniziare a pensarlo con tutto il cuore.
Con simpatia. Un 1° M.llo[/quote]

Caro 1° M.llo comprendo benissimo il tuo invito rivolto a ricordare i doveri di un militare, ma non dimenticare che ai militari si applicano in pieno tutte le vigenti disposizioni legge comprese quelle sulla concessione delle licenze e sull'orario di lavoro.
Sono gli abusi a creare distorsioni nel sistema come la democrazia è una bella cosa, l'aberrazione della democrazia no.[/quote]

Forse non ho ... capito. Il militare afferma di essere stato richiamato per "motivi di servizio". Lei parla di abusi, democrazia, aberrazione della democrazia, ecc. Non crede di aver liberamente interpretato quanto affermato dal militare ? Se un Comando ( o devo scrivere un Comandante di Reparto, Capitaneria, ecc., come potrebbe essere Lei) decide di richiamare in servizio un militare inviato in licenza, credo che sia in buonissima fede e, probabilmente, il richiamo in servizio era necessario per interessi superiori. Signor Ufficiale ai miei tempi forse si esagerava, ricordo pomeriggi interminabili in Ufficio, non esisteva lo "straordinario", oggi sembra proprio di essere in banca a timbrare il cartellino. Trovo che era ingiusto prima, ma forse si esagera adesso. E' solo la mia visione dell'essere militare, ho ventiquattro anni di carriera, spero mi sia consentito di dire la mia. Spero non arrivino aspre critiche al mio modo di pensare.
Un abbraccio
Un 1° M.llo
Top
Uff.Sup.CP



Registrato: 22/06/06 17:52
Messaggi: 34

MessaggioInviato: Gio Giu 22, 2006 8:36 pm    Oggetto: Rispondi Citando

Anonymous ha scritto:
Uff. Sup. CP ha scritto:
Anonymous ha scritto:
Dal tenore del messaggio credo che la tua carriera sia appena iniziata, quindi Ti consiglio vivamente di pensare al servizio, non sei impiegato alle poste o al catasto, con tutto il rispetto per questi onorevoli posti di lavoro. Sei un militare e devi iniziare a pensarlo con tutto il cuore.
Con simpatia. Un 1° M.llo


Caro 1° M.llo comprendo benissimo il tuo invito rivolto a ricordare i doveri di un militare, ma non dimenticare che ai militari si applicano in pieno tutte le vigenti disposizioni legge comprese quelle sulla concessione delle licenze e sull'orario di lavoro.
Sono gli abusi a creare distorsioni nel sistema come la democrazia è una bella cosa, l'aberrazione della democrazia no.


Forse non ho ... capito. Il militare afferma di essere stato richiamato per "motivi di servizio". Lei parla di abusi, democrazia, aberrazione della democrazia, ecc. Non crede di aver liberamente interpretato quanto affermato dal militare ? Se un Comando ( o devo scrivere un Comandante di Reparto, Capitaneria, ecc., come potrebbe essere Lei) decide di richiamare in servizio un militare inviato in licenza, credo che sia in buonissima fede e, probabilmente, il richiamo in servizio era necessario per interessi superiori. Signor Ufficiale ai miei tempi forse si esagerava, ricordo pomeriggi interminabili in Ufficio, non esisteva lo "straordinario", oggi sembra proprio di essere in banca a timbrare il cartellino. Trovo che era ingiusto prima, ma forse si esagera adesso. E' solo la mia visione dell'essere militare, ho ventiquattro anni di carriera, spero mi sia consentito di dire la mia. Spero non arrivino aspre critiche al mio modo di pensare.
Un abbraccio
Un 1° M.llo


Gentile 1° Maresciallo,
allora mi spiego meglio per far comprendere cosa volevo dire.
Evito di fare riferimenti normativi precisi e mi limito a richiamere brevemente le norme.
Quella che lei chiama richiamo in servizio è prevista dal Regolamento di disciplina militare dove un militare, qualora rintracciato, deve rientrare immediatamente al Reparto.
Tale principi di disciplina militare trova il suo limite solo in casi di mobilitazione e situazioni a carattere militare gravi che comportano una sorta di aleatoria rintraccibilità del militare.
Per i compiti di istituto a carattere ordinario vi sono ben altre norme quali quelle derivanti dal contratto per il personale delle forze armate dove un militare, in servizio, può essere reperibile per non più di sei giorni feriali e due festivi al mese.
In licenza, garantita dalla Carta costituzionale, che non può certo essere messa in discussione da un regolamento, un lavoratore ha diritto a fruire ininterrottamente un periodo di ferie retribuite.
Ne discende che il richiamo in servizio, giustificato solo per urgenti ed inderogabili esigenze di servizio, comporta comunque un formale atto di richiamo quale il telegramma di rientro ed il pagamento di tutte le spese sostenute.
Tra l'altro, al fine di evitare il coinvolgimento di situazioni al limite del mobbing, le inderogabili esigenze di servizio devono necessariamente far palesare la mancata possibilità di sostituzione del militare e l'imprevedibilità della situazione.
E' vero che il militare è sottoposto ad una disciplina particolare ma è altrettanto vero che al militare si applicano tutti i principi costituzionali garantiti.
Lo stesso Regolamento di disciplina militare impone dei principi fermi ai quali non si può derogare come all'art. 44 dove si legge che il militare è tenuto ad osservare l'orario di servizio.
Tale principio comporta che se è vero che il militare non possa ritardare l'arrivo in servizio e non possa terminare prima è altrettanto vero, alla lettura della norma, che non è obbligato a rimanere nel luogo di lavoro fuori dall'orario di servizio come, fino all'entrata in vigore della legge del 1991 sullo straordinario, accadeva per volere di superiori.
Oggi più che mai il contratto di lavoro, che è una norma di ordine pubblico, deve essere rispettata e non si può derogare perchè la sua violazione costituisce abuso di potere.
Ovviamente nel rapporto di lavoro così particolare del militare deve essere anche tenuto in considerazione il buon senso che guida verso una serena attività.
Cordiali saluti.
Top
Profilo Invia Messaggio Privato
Mostra prima i Messaggi di:   
Nuovo Argomento   Rispondi    Indice del Forum -> CAPITANERIE DI PORTO - GUARDIA COSTIERA Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere a nessun Argomento
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
FORUM DONNE AMORE SESSO SEXY BLOG  AMICIZIA - RAGAZZE - RAGAZZI - DONNA - FEMMINILE INCONTRI

 

Militari.info - il forum più frequentato dai militari. Iscriviti ora!


 

 


Powered by phpBB Group © 2001 - 2012 phpBB.it
Traduzione Italiana V-0.15 phpBB.it
Il forum www.militari.info è stato creato il 3 ottobre 2005
Risoluzione video ottimizzata: 1024 x 768 e sup.
 

vacanze, viaggi, mare, montagna, hotel, lastminute, lastsecond, offerte viaggi, voli, alberghi