IL PRIMO FORUM DEI MILITARI DELLA POLIZIA  E CARABINIERI vacanze, viaggi, mare, montagna, hotel, lastminute, lastsecond, offerte viaggi, voli, alberghi - PERSONALE MILITARE POLIZIOTTI CARABINIERE DONNE E UOMINI SOLDATI  SOLDATESSE MILITARESSE FORZE ARMATE FORZE DI POLIZIA E PUBBLICO IMPIEGO - WWW.MILITARI.INFO - RUOLO VOLONTARI SERGENTI MARESCIALLI UFFICIALI MARINA ESERCITO AERONAUTICA IMPIEGATI IMPIEGATO IMPIEGATE AMICIZIA SESSO SEXY RAGAZZE RAGAZZI DONNA FEMMINILE INCONTRI INCONTRO CASERME BASI BLOG FORUMS

Informazione sull'utilizzo dei cookie.
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Cliccando su "Accetto" autorizzi a scaricare sul tuo Browser i cookie utilizzati da questo sito.
Accetto - Non accetto - Approfondisci

 

WWW.MILITARI.INFO
Il Forum delle Forze Armate e Forze di Polizia

 FAQFAQ   CercaCerca   Lista UtentiLista Utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 PHP121Instant Messenger   ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 
 

SPECIALE RIORDINO GRADI E CARRIERE
1. Ecco i conteggi economici - 2. Come capire il riordino - 3. I Decreti Lgs. in G.U..
 

Il Sito dei Militari - Le foresterie Militari  - Nuovo Gruppo Facebook  - Nuova Pagina Facebook

Ricevi le nostre notizie su Telegram - Twitter - Cerca su Militari.info

vacanze, viaggi, mare, montagna, hotel, lastminute, lastsecond, offerte viaggi, voli, alberghi amore amicizia incontri case viaggi ferie mare soldi prestiti scambio turismo auto euro salute malattie prestiti sesso sex alberghi hotel donna donne ragazza

ragazze ragazzi uomini roma firenze venezia cagliari foggia napoli milano veneto  bologna emilia romagna rimini san marino liguria valle d'aosta piemonte CHATTARE SINGLE italia

 

 

 
Pensione privilegiata
Vai a Precedente  1, 2, 3
 
Nuovo Argomento   Rispondi    Indice del Forum -> PERSONALE IN QUIESCENZA
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
fabio63



Registrato: 26/10/11 18:36
Messaggi: 606

MessaggioInviato: Ven Giu 26, 2015 10:11 am    Oggetto: Rispondi Citando

Chiedo lumi a chi abbia avuto esperienze sulle CDS.

Nel 2012 mi è arrivato il decreto e l'equo indennizzo per il riconoscimento di CDS chiesto nel 2006 tab. B

Nel 2013 ho richiesto l'aggravamento che mi è stato riconosciuto dalla CMO tab. A 8.

La settimana scorsa ho richiesto a Previmil a che punto fosse la mia pratica al comitato di verifica.

Mi è stato risposto che il dpr 29 ott. 2001 n. 461 non prevede l'emissione di un decreto per l'aggravamento e che la mia richiesta di aggravamento è da considerarsi definita con il processo verbale della CMO:

Mi sono recato quindi con la lettera di Previmil all'ufficio personale per la trascrizione sul foglio matricolare e per presentare richiesta della maggiorazione di anzianità e per la riliquidazione dell'equo indennizzo.

Mi hanno risposto che senza emissione di decreto non possono fare nulla.

Sono veramente basito.
Top
Profilo Invia Messaggio Privato
riccardo



Registrato: 15/09/06 18:16
Messaggi: 655
Residenza: LAZIO

MessaggioInviato: Ven Giu 26, 2015 2:10 pm    Oggetto: Rispondi Citando

fabio63 ha scritto:
Chiedo lumi a chi abbia avuto esperienze sulle CDS.

Nel 2012 mi è arrivato il decreto e l'equo indennizzo per il riconoscimento di CDS chiesto nel 2006 tab. B

Nel 2013 ho richiesto l'aggravamento che mi è stato riconosciuto dalla CMO tab. A 8.

La settimana scorsa ho richiesto a Previmil a che punto fosse la mia pratica al comitato di verifica.

Mi è stato risposto che il dpr 29 ott. 2001 n. 461 non prevede l'emissione di un decreto per l'aggravamento e che la mia richiesta di aggravamento è da considerarsi definita con il processo verbale della CMO:
Mi sono recato quindi con la lettera di Previmil all'ufficio personale per la trascrizione sul foglio matricolare e per presentare richiesta della maggiorazione di anzianità e per la riliquidazione dell'equo indennizzo.

Mi hanno risposto che senza emissione di decreto non possono fare nulla.

Sono veramente basito.


Fabio per poterti rispondere vuoi essere più preciso alla tua Richiesta ?
_________________
"Chiunque si pone come arbitro in materia di conoscenza è destinato a naufragare nella risata degli dei"
(Albert Einstein)
Top
Profilo Invia Messaggio Privato Invia Email
fabio63



Registrato: 26/10/11 18:36
Messaggi: 606

MessaggioInviato: Ven Giu 26, 2015 5:05 pm    Oggetto: Rispondi Citando

riccardo ha scritto:
fabio63 ha scritto:
Chiedo lumi a chi abbia avuto esperienze sulle CDS.

Nel 2012 mi è arrivato il decreto e l'equo indennizzo per il riconoscimento di CDS chiesto nel 2006 tab. B

Nel 2013 ho richiesto l'aggravamento che mi è stato riconosciuto dalla CMO tab. A 8.

La settimana scorsa ho richiesto a Previmil a che punto fosse la mia pratica al comitato di verifica.

Mi è stato risposto che il dpr 29 ott. 2001 n. 461 non prevede l'emissione di un decreto per l'aggravamento e che la mia richiesta di aggravamento è da considerarsi definita con il processo verbale della CMO:
Mi sono recato quindi con la lettera di Previmil all'ufficio personale per la trascrizione sul foglio matricolare e per presentare richiesta della maggiorazione di anzianità e per la riliquidazione dell'equo indennizzo.

Mi hanno risposto che senza emissione di decreto non possono fare nulla.

Sono veramente basito.


Fabio per poterti rispondere vuoi essere più preciso alla tua Richiesta ?


Grazie Riccardo,
mi spiego meglio: avendo riconosciuto l'aggravamento da parte della CMO, ero in attesa di ricevere un nuovo decreto da parte del CDV con l'assegnazione della nuova categoria A 8, non ricevendo risposta ho scritto una mail a Previmil per avere informazioni. Mi hanno risposto che il processo verbale della CMO è valido come provvedimento definitivo e non deve passare al vaglio del comitato di verifica il quale mi aveva precedentemente riconosciuto la "B" per la stessa patologia poi aggravatasi.

Ora il mio ufficio Personale mi dice che non possono trascrivere sul mio foglio matricolare la nuova categoria di inabilità senza l'emissione di un decreto. La mia paura è quella di avere problemi quando dovrò richiedere la pensione privilegiata.

Chi dei due ha ragione?
Top
Profilo Invia Messaggio Privato
riccardo



Registrato: 15/09/06 18:16
Messaggi: 655
Residenza: LAZIO

MessaggioInviato: Ven Giu 26, 2015 6:22 pm    Oggetto: riconoscimento Rispondi Citando

fabio63 ha scritto:
riccardo ha scritto:
fabio63 ha scritto:
Chiedo lumi a chi abbia avuto esperienze sulle CDS.

Nel 2012 mi è arrivato il decreto e l'equo indennizzo per il riconoscimento di CDS chiesto nel 2006 tab. B

Nel 2013 ho richiesto l'aggravamento che mi è stato riconosciuto dalla CMO tab. A 8.

La settimana scorsa ho richiesto a Previmil a che punto fosse la mia pratica al comitato di verifica.

Mi è stato risposto che il dpr 29 ott. 2001 n. 461 non prevede l'emissione di un decreto per l'aggravamento e che la mia richiesta di aggravamento è da considerarsi definita con il processo verbale della CMO:
Mi sono recato quindi con la lettera di Previmil all'ufficio personale per la trascrizione sul foglio matricolare e per presentare richiesta della maggiorazione di anzianità e per la riliquidazione dell'equo indennizzo.

Mi hanno risposto che senza emissione di decreto non possono fare nulla.

Sono veramente basito.


Fabio per poterti rispondere vuoi essere più preciso alla tua Richiesta ?


Grazie Riccardo,
mi spiego meglio: avendo riconosciuto l'aggravamento da parte della CMO, ero in attesa di ricevere un nuovo decreto da parte del CDV con l'assegnazione della nuova categoria A 8, non ricevendo risposta ho scritto una mail a Previmil per avere informazioni. Mi hanno risposto che il processo verbale della CMO è valido come provvedimento definitivo e non deve passare al vaglio del comitato di verifica il quale mi aveva precedentemente riconosciuto la "B" per la stessa patologia poi aggravatasi.

Ora il mio ufficio Personale mi dice che non possono trascrivere sul mio foglio matricolare la nuova categoria di inabilità senza l'emissione di un decreto. La mia paura è quella di avere problemi quando dovrò richiedere la pensione privilegiata.

Chi dei due ha ragione?


Voglio precisarti che l'aggravamento non lo potevi fare perché hai percepito l'equo indennizzo di quella patologia in quanto detto decreto di E.I. è da considerare un provvedimento finale.
In questo caso L'aggravamento lo dovevi fare prima dell'emissione del decreto dell'equo Indennizzo . Previmil non emetterà nessun decreto nonostante che la CMO ti ha riconosciuto l'aggravamento per i motivi sopra specificato.
_________________
"Chiunque si pone come arbitro in materia di conoscenza è destinato a naufragare nella risata degli dei"
(Albert Einstein)
Top
Profilo Invia Messaggio Privato Invia Email
Luogotenete



Registrato: 19/02/07 18:36
Messaggi: 387

MessaggioInviato: Ven Giu 26, 2015 6:54 pm    Oggetto: Re: riconoscimento Rispondi Citando

riccardo ha scritto:
fabio63 ha scritto:
riccardo ha scritto:
fabio63 ha scritto:
Chiedo lumi a chi abbia avuto esperienze sulle CDS.

Nel 2012 mi è arrivato il decreto e l'equo indennizzo per il riconoscimento di CDS chiesto nel 2006 tab. B

Nel 2013 ho richiesto l'aggravamento che mi è stato riconosciuto dalla CMO tab. A 8.

La settimana scorsa ho richiesto a Previmil a che punto fosse la mia pratica al comitato di verifica.

Mi è stato risposto che il dpr 29 ott. 2001 n. 461 non prevede l'emissione di un decreto per l'aggravamento e che la mia richiesta di aggravamento è da considerarsi definita con il processo verbale della CMO:
Mi sono recato quindi con la lettera di Previmil all'ufficio personale per la trascrizione sul foglio matricolare e per presentare richiesta della maggiorazione di anzianità e per la riliquidazione dell'equo indennizzo.

Mi hanno risposto che senza emissione di decreto non possono fare nulla.

Sono veramente basito.


Fabio per poterti rispondere vuoi essere più preciso alla tua Richiesta ?


Grazie Riccardo,
mi spiego meglio: avendo riconosciuto l'aggravamento da parte della CMO, ero in attesa di ricevere un nuovo decreto da parte del CDV con l'assegnazione della nuova categoria A 8, non ricevendo risposta ho scritto una mail a Previmil per avere informazioni. Mi hanno risposto che il processo verbale della CMO è valido come provvedimento definitivo e non deve passare al vaglio del comitato di verifica il quale mi aveva precedentemente riconosciuto la "B" per la stessa patologia poi aggravatasi.

Ora il mio ufficio Personale mi dice che non possono trascrivere sul mio foglio matricolare la nuova categoria di inabilità senza l'emissione di un decreto. La mia paura è quella di avere problemi quando dovrò richiedere la pensione privilegiata.

Chi dei due ha ragione?


Voglio precisarti che l'aggravamento non lo potevi fare perché hai percepito l'equo indennizzo di quella patologia in quanto detto decreto di E.I. è da considerare un provvedimento finale.
In questo caso L'aggravamento lo dovevi fare prima dell'emissione del decreto dell'equo Indennizzo . Previmil non emetterà nessun decreto nonostante che la CMO ti ha riconosciuto l'aggravamento per i motivi sopra specificato.


Per il collega Fabio 63 -
mi collego al post dell'amico Riccardo e Ti segnalo che.
Se hai chiesto nell'istanza di Aggravamento il nuovo eventuale E.i CHE poteva produrre una nuova erogazione per passaggio da Tab. B a Tab A8 in questo caso e solo in qeusto caso si sarebbe dovuto provvedere ad emettere un nuovo decreto di ascrivibilità e relatiuvo e.i ;
se non HAI CHIESTO UN E.I ma hai solo presentatop istanza per l'aggravento, riconosciuto dalla CMO in questo caso vale il P.V con il nuovo aggiornamento di Tab A8 e quando andrai in quiescenza potrai chiedere la relativa PPO solo per la patologia di cui al constatato aggravento indissolubilmente legata al vecchio ed unico verbale del cdv. Approfitto per un caro saluto a Riccardo; scusate il post erroneamente inserito.
_________________
ACTA NON VERBA
Top
Profilo Invia Messaggio Privato
fabio63



Registrato: 26/10/11 18:36
Messaggi: 606

MessaggioInviato: Sab Giu 27, 2015 5:35 am    Oggetto: Rispondi Citando

Grazie Riccardo e Luogotenente per le Vostre risposte.

Un abbraccio.

Fabio
Top
Profilo Invia Messaggio Privato
falcon65



Registrato: 03/04/08 15:03
Messaggi: 5408

MessaggioInviato: Mar Ott 31, 2017 7:54 am    Oggetto: Rispondi Citando

ADDIO EQUO INDENNIZZO E PENSIONE PRIVILEGIATA, AUDIZIONE DEL CAPO DI STATO MAGGIORE DELLA DIFESA


Domani 31 ottobre 2017 alle ore 08.30 è calendarizzata l’Audizione del Capo di Stato maggiore della difesa, gen. Claudio Graziano, nell’ambito dell’esame delle proposte di legge 3925 Scanu, recante modifiche al decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, e altre disposizioni concernenti la sicurezza sul lavoro e la tutela assicurativa contro gli infortuni e le malattie professionali del personale delle Forze armate e del comparto sicurezza.
In particolare la proposta di legge C. 3925 (Scanu ed altri) introduce alcune modifiche alla vigente normativa in materia di sicurezza sul lavoro e tutela contro gli infortuni e le malattie professionali con specifico riferimento alle Forze armate. Nell’indicare le ragioni dell’intervento legislativo, la Relazione illustrativa evidenzia come questo sia volto a porre rimedio alle criticità emerse nella applicazione concreta alle Forze armate della normativa vigente in materia di sicurezza sul lavoro e già individuate in passato da tre Commissioni parlamentari di inchiesta che hanno operato tra la XIV e XVI legislatura, nonché da una quarta Commissione di inchiesta istituita nella corrente legislatura, il 30 giugno 2015, che ha rilevato come tali criticità, sotto alcuni profili, si siano ulteriormente aggravate.
del D.L. 201/2011) per le altre categorie di pubblici dipendenti (tranne che per il personale appartenente al comparto sicurezza, difesa, al Corpo dei vigili del fuoco e al soccorso pubblico), i quali, pertanto, al pari dei lavoratori del settore privato, restano soggetti esclusivamente all’Assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro gestita dall’I.N.A.I.L., con conseguente applicabilità della relativa normativa (D.P.R. 1124/1965 e D.Lgs. 38/2000).
In relazione a ciò, il richiamato istituto resterebbe vigente per il restante personale del comparto sicurezza (Polizia di Stato, Guardia di Finanza e Polizia penitenziaria), del corpo dei vigili del fuoco e del soccorso pubblico. Allo stesso tempo, il successivo articolo 17 dispone la non applicabilità delle disposizioni del provvedimento in esame (per le quali quindi, trovano ancora applicazione le disposizioni del codice dell’ordinamento militare nonché quelle sull’equo indennizzo) alle patologie per le quali (alla data di entrata in vigore del provvedimento stesso), sia già stato riconosciuto, in via definitiva, il diritto all’equo indennizzo o alla pensione per causa di servizio.
L’equo indennizzo è un beneficio economico che spetta al dipendente civile e militare che abbia perso la propria integrità fisica per causa di servizio. Possono beneficiare di tale istituto i soggetti che abbiano perduto l’integrità fisica per una causa di servizio ascrivibile ad una delle categorie delle Tabelle A e B annesse al D.P.R. 915/1978. Esso fu introdotto, a favore degli impiegati dello Stato, dall’articolo 68 del D.P.R. 3/1957, ed esteso successivamente esteso ad altre categorie di pubblici dipendenti quali il personale militare di carriera (L. 1094/1970), i militari in servizio di leva o i richiamati nelle Forze armate e nei Corpi di polizia (L. 308/1981), il personale del parastato (D.P.R. 411/1976), il personale degli Enti locali (D.P.R. 191/1979) e quello delle Unità sanitarie locali (D.P.R. 761/1979).
E’ importante, dunque, capire quale sarà l’orientamento del Capo di Stato Maggiore della Difesa nell’audizione prevista per domani.
Top
Profilo Invia Messaggio Privato
valt62



Registrato: 20/09/18 20:39
Messaggi: 8

MessaggioInviato: Mar Ott 09, 2018 8:36 pm    Oggetto: pensione privilegiata Rispondi Citando

salve a tutti, sono un ex M1 AM in pensione per riforma dal nov. 2014 , ho ricevuto pochi mesi fa a giugno 2018 la risposta da parte del ministero difesa dipartimento della previdenza militare e del comitato di verifica cause di servizio inerente la mia causa di servizio del aprile 2012 ascrivendomi SI dipendenza da causa di servizio ai soli fini di trattamento di pensione privilegiata . ho fatto domanda di PPO al patronato nel maggio 2018 , ora dovro' attendere visita alla commissione medica di padova e fra quanto tempo ? quale iter dovro' attendermi ?
Top
Profilo Invia Messaggio Privato
Walle



Registrato: 11/05/16 17:47
Messaggi: 40

MessaggioInviato: Gio Nov 08, 2018 4:31 pm    Oggetto: Rispondi Citando

Qualcuno ha mai provato a fare la domanda di pensione privilegiata direttamente dal sito dell'INPS? Se ci ha provato per caso ci è riuscito???
Top
Profilo Invia Messaggio Privato Invia Email
Mostra prima i Messaggi di:   
Nuovo Argomento   Rispondi    Indice del Forum -> PERSONALE IN QUIESCENZA Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3
Pagina 3 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere a nessun Argomento
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
FORUM DONNE AMORE SESSO SEXY BLOG  AMICIZIA - RAGAZZE - RAGAZZI - DONNA - FEMMINILE INCONTRI

 

Militari.info - il forum più frequentato dai militari. Iscriviti ora!


 

 


Powered by phpBB Group © 2001 - 2017 phpBB.it
Traduzione Italiana V-0.15 phpBB.it
Il forum www.militari.info è stato creato il 3 ottobre 2005
Risoluzione video ottimizzata: 1024 x 768 e sup.
 

vacanze, viaggi, mare, montagna, hotel, lastminute, lastsecond, offerte viaggi, voli, alberghi