IL PRIMO FORUM DEI MILITARI DELLA POLIZIA  E CARABINIERI vacanze, viaggi, mare, montagna, hotel, lastminute, lastsecond, offerte viaggi, voli, alberghi - PERSONALE MILITARE POLIZIOTTI CARABINIERE DONNE E UOMINI SOLDATI  SOLDATESSE MILITARESSE FORZE ARMATE FORZE DI POLIZIA E PUBBLICO IMPIEGO - WWW.MILITARI.INFO - RUOLO VOLONTARI SERGENTI MARESCIALLI UFFICIALI MARINA ESERCITO AERONAUTICA IMPIEGATI IMPIEGATO IMPIEGATE AMICIZIA SESSO SEXY RAGAZZE RAGAZZI DONNA FEMMINILE INCONTRI INCONTRO CASERME BASI BLOG FORUMS

Informazione sull'utilizzo dei cookie.
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Cliccando su "Accetto" autorizzi a scaricare sul tuo Browser i cookie utilizzati da questo sito.
Accetto - Non accetto - Approfondisci

 

WWW.MILITARI.INFO
Il Forum delle Forze Armate e Forze di Polizia

 FAQFAQ   CercaCerca   Lista UtentiLista Utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 PHP121Instant Messenger   ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 
 

SPECIALE RIORDINO GRADI E CARRIERE
1. Ecco i conteggi economici - 2. Come capire il riordino - 3. I Decreti Lgs. in G.U..
 

Il Sito dei Militari - Le foresterie Militari  - Nuovo Gruppo Facebook  - Nuova Pagina Facebook

Ricevi le nostre notizie su Telegram - Twitter - Cerca su Militari.info

vacanze, viaggi, mare, montagna, hotel, lastminute, lastsecond, offerte viaggi, voli, alberghi amore amicizia incontri case viaggi ferie mare soldi prestiti scambio turismo auto euro salute malattie prestiti sesso sex alberghi hotel donna donne ragazza

ragazze ragazzi uomini roma firenze venezia cagliari foggia napoli milano veneto  bologna emilia romagna rimini san marino liguria valle d'aosta piemonte CHATTARE SINGLE italia

 

 

 
Riordino: classi e scatti personale in ausiliaria/riserva.

 
Nuovo Argomento   Rispondi    Indice del Forum -> UFFICIALI
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
lunarefs55



Registrato: 03/09/09 08:42
Messaggi: 58

MessaggioInviato: Mer Ago 02, 2017 11:57 am    Oggetto: Riordino: classi e scatti personale in ausiliaria/riserva. Rispondi Citando

Buongiorno a tutti, premesso che gli avvocati richiedono 370€ non ho la certezza che il ricorso possa interessare veramente tutti:

"Buongiorno a TUTTI. Vi comunico che Lo studio legale degli avvocati Maria Cristina CIACE e di Angela Maria SCHWARZENBERG sito in via Monte delle Gioie, 24 - 00199 Roma sta provvedendo, mediante diffida, intanto, a Persomil, con oltre un centinaio di Ufficiali ripartiti Nell 4 Forze Armate ad inoltrare ai primi di agosto la sperequazione che si verrà a creare per chi, collocato in "riserva" ed in "ausiliaria" anteriormente alla data del 1/01/2018 sarà penalizzato sulla pensione, per effetto dello sblocco stipendiale, conseguente al riordino. Ieri sera, avuto un contatto diretto con l'avvocato Maria Cristina CIACE - cell. 347-6581799 chiunque potrà prendere direttamente contatti con lei e intanto solo comunicare i propri dati al seguente indirizzo e-mail: adesioni.ricorsoblocco@gmail.com per una banca dati di segnalazione di personale che potrà, poi, dare l'incarico alla suddetta avvocatessa per presentare ricorso. In precedenza, altri hanno già fatto ricorso e comunque stanno provvedendo a muoversi in tale senso. La presente comunicazione è volta, senza alcuna replica nei miei confronti, perché più che esaustiva, a segnalare che potrebbe esserci l'eventualità di presentare un ricorso mirato per la discriminante che le circolari applicative del Ministero Difesa ha emanato di recente solo a favore di chi è in servizio, con relativi benefici a far data dal 1/01/2018 . Pertanto, più siamo e più comunichiamo all'avvocato Maria Cristina CIACE l'interesse a fare prevalere e sentenziare un principio che sta violando un semplice diritto, più l'avvocatessa CIACE si prenderà carico della questione."

La notizia gira su whatsapp, chiunque ne sia a conoscenza è pregato di esprimersi considerando che se fosse reale la cosa costituirebbe un grave precedente discriminatorio rendendo veramente un furto contributivo la posizione "ausiliaria"!
Top
Profilo Invia Messaggio Privato
lunarefs55



Registrato: 03/09/09 08:42
Messaggi: 58

MessaggioInviato: Gio Ago 17, 2017 11:40 am    Oggetto: Rettifica per ausiliaria. Rispondi Citando

Il personale in ausiliaria è stato quasi tutto promosso , se non lo è stato è perché non è pervenuta la documentazione , da settembre attaccano con quelli della riserva ...
Le comunicazioni di promozioni arrivano alle diverse ffaa che debbono provvedere alla notifica
....così da Persomil ...piani Alti
Sul fronte stipendi il ...50% per coloro che si trovano in ausiliaria è confermato anche su classi e scatti....stanno lavorando ....

Notizia da COCER AM!
Top
Profilo Invia Messaggio Privato
gimon



Registrato: 27/12/14 12:46
Messaggi: 118

MessaggioInviato: Mar Ott 03, 2017 8:29 am    Oggetto: Riordino: classi e scatti personale in ausiliaria/riserva. Rispondi Citando

Mi riallaccio alla discussione sperando sia pertinente all'argomento e, segnatamente quello che non ho ben capito è la dinamica economica ausiliaria durante. Nello specifico, posto che durante il periodo di ausiliaria si percepiscono nella misura del 50% gli emolumenti per il personale in servizio pari anzianità, devo ritenere che nel caso di compimento dei 25 anni da Ufficiale cadenti oltre il 60 anno ma durante l'ausiliaria percepirò gli effetti della suddetta scadenza (ovviamente al 50%), oppure tale scadenza non produrrà effetti?
Top
Profilo Invia Messaggio Privato
lunarefs55



Registrato: 03/09/09 08:42
Messaggi: 58

MessaggioInviato: Mer Nov 01, 2017 5:34 pm    Oggetto: Rispondi Citando

Caro gimon sarei curioso di saperlo anche io sperando che qualcuno sia in grado di rispondere in merito alle dinamiche di sviluppo dell'ausiliaria post riordino!
Top
Profilo Invia Messaggio Privato
lunarefs55



Registrato: 03/09/09 08:42
Messaggi: 58

MessaggioInviato: Mar Nov 21, 2017 6:06 pm    Oggetto: circolare persomil Rispondi Citando

Ecco finalmente la circolare esplicativa!

MINISTERO DELLA DIFESA
DIREZIONE GENERALE DELLA PREVIDENZA MILITARE E DELLA LEVA
Indirizzo Postale: Viale dell’Esercito 186 - 00143 Roma
Posta Elettronica: previmil@previmil.difesa.it
Posta Elettronica Certificata: previmil@postacert.difesa.it
All.: 1; Ann.://.
OGGETTO: D.Lgs. 29 maggio 2017, n. 94 concernente “Disposizioni in materia di riordino dei ruoli e delle carriere del personale delle Forze armate, ai sensi dell’articolo 1, comma 5, secondo periodo, della legge 31 dicembre 2012, n. 244” e D.Lgs. 29 maggio 2017, n. 95 concernente “Disposizioni in materia di revisione dei ruoli delle Forze di Polizia, ai sensi dell’articolo 8, comma 1, lettera a) secondo periodo, della legge 7 agosto 2015, n. 124 in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche”.
A ELENCO INDIRIZZI IN ALLEGATO “A”
^^^^^^^^^^^^^^^
Riferimento: Circolare prot. M_D GMIL REG2017 0587280 del 27 ottobre 2017 di PERSOMIL.
Seguito: nota prot. n. M_D GPREV REG2017 0112044 del 15 settembre 2017.
^^^^^^^^^^^^^^^^
Sui Supplementi Ordinari n. 29 e 30 alla Gazzetta Ufficiale Serie Generale 22 giugno 2017, n. 143, sono stati pubblicati, rispettivamente, il D.Lgs. 29 maggio 2017, n. 94 recante: “Disposizioni in materia di riordino dei ruoli e delle carriere del personale delle Forze armate, ai sensi dell’articolo 1, comma 5, secondo periodo, della legge 31 dicembre 2012, n. 244” e il D.Lgs. 29 maggio 2017, n. 95 concernente “Disposizioni in materia di revisione dei ruoli delle Forze di Polizia, ai sensi dell’articolo 8, comma 1, lettera a) secondo periodo, della legge 7 agosto 2015, n. 124 in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche”.
In particolare, dalle previsioni contenute negli articoli 1, 10 e 11 del primo provvedimento discendono significative novità anche sullo statuto previdenziale militare che rendono necessario esplicitare meglio quanto già anticipato dalla Direzione Generale con il foglio a seguito prot. n. 0112044 del 15 settembre 2017.
Al riguardo, si forniscono le indicazioni circa i riflessi pensionistici prodotti dalle specifiche disposizioni di interesse, con riserva di eventuali e più puntuali istruzioni non appena concluso l’approfondimento degli effetti complessivi che il “riordino” produce sulle posizioni pensionistiche degli amministrati.
CONTENUTI DELLA NOVELLA
1. TRATTAMENTO PENSIONISTICO
a. Montante contributivo
Con l’art. 10, comma 2, è stata disposta la modifica dell’art. 3, comma 7, ultimo periodo del D.Lgs. 30 aprile 1997, n. 165. M_D GPREV REG2017 0144368 16-11-2017
Digitally signed by MAURA
PAOLOTTI
Date: 2017.11.16 14:59:47 CET
2
La norma ha esteso alle Forze armate l’applicabilità dell’istituto del “moltiplicatore”, già previsto per le Forze di polizia ad ordinamento militare, in alternativa al collocamento in ausiliaria.
Infatti, il personale militare che è collocato nella posizione dell’ausiliaria a decorrere dal 7 luglio 2017 ed il cui trattamento pensionistico è liquidato in tutto o in parte con il sistema contributivo (compreso il personale che, per effetto dell’art. 24, comma 2, del d.l. 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, è confluito in siffatto regime previdenziale, con riferimento alle anzianità contributive maturate a decorrere dall’1 gennaio 2012, pur provenendo dal sistema retributivo) può optare, in alternativa al collocamento in ausiliaria stesso, per l’incremento del montante individuale contributivo, calcolato nei termini previsti dal citato art. 3, comma 7, del D.Lgs. n. 165/1997.
Ne consegue che i requisiti necessari per usufruire del diritto di opzione sono gli stessi richiesti per il collocamento nella posizione dell’ausiliaria. Pertanto, l’opzione potrà essere esercitata nelle seguenti ipotesi di cessazione dal servizio attivo:
• per raggiungimento del limite di età previsto per il grado e per il ruolo di appartenenza;
• a domanda per gli Ufficiali in aspettativa per riduzione dei quadri (ARQ), ai sensi del combinato disposto degli artt. 909, comma 4 e 1873 del D.Lgs. 15 marzo 2010, n. 66, Codice dell’Ordinamento Militare (C.O.M.) e sempre che abbiano maturato i requisiti previsti per la pensione di anzianità;
• a domanda, a condizione di aver prestato non meno di 40 di servizio militare effettivo, ai sensi degli articoli 7, comma 6 del D.Lgs. n. 165/1997, come modificato dall’art. 2, comma 3-bis del d.l. 31 dicembre 2007, n. 248 (aggiunto dalla relativa legge di conversione), e 2229, comma 6 del C.O.M.;
• a domanda, qualora il militare si trovi a non più di cinque anni dal raggiungimento del limite di età e sempre che abbia maturato i requisiti previsti per la pensione di anzianità (cd. scivolo disciplinato dall’art. 2229, comma 1 del C.O.M.);
Si rammenta che, ai sensi del comma 3 dello stesso art. 2229 C.O.M., tale collocamento in ausiliaria è “equiparato a tutti gli effetti a quello per raggiungimento del limite di età”;
• a domanda, al termine del mandato triennale per le Autorità di Vertice di cui all’art. 1094 del C.O.M., come modificato ed integrato dall’art. 7, comma 7, del d.l. 16 ottobre 2017, n. 148, in fase di conversione, ipotesi di cessazione anch’essa equiparata a tutti gli effetti a quella per raggiungimento dei limiti di età.
Nulla è innovato circa il personale militare che al raggiungimento dei limiti di età non sia in possesso dei requisiti psico-fisici per accedere o permanere in ausiliaria al quale continuerà ad applicarsi l’istituto dell’incremento figurativo di cui al citato art. 3, comma 7 del D.Lgs. n. 165/1997.
b. Criteri di calcolo della quota incrementale a seguito dell’opzione
Quanto alle modalità e ai criteri di calcolo della cosiddetta quota “C”, in presenza dell’opzione per il beneficio della maggiorazione incrementale di cui al menzionato art. 3, comma 7, del D.Lgs. n. 165/1997, si procederà applicando il previsto coefficiente di trasformazione, all’atto della cessazione dal servizio, al montante individuale di contribuzione, risultante dalla somma:
- dell’effettivo accantonamento contributivo connesso alle retribuzioni percepite dagli interessati nel periodo compreso tra il primo gennaio 2012 e l’ultimo giorno di servizio per i cd. pro-rata ovvero dall’1.1.1996 per i destinatari del regime misto previsto dalla legge 8 agosto 1995, n. 335;
3
- dell’incremento corrispondente a 5 volte la base imponibile dell’ultimo anno di servizio, moltiplicata per l’aliquota di computo del 33% 1.
I Centri pensionistici di Forza Armata, nella prevista fase transitoria, a seguito degli eventuali provvedimenti di revoca del collocamento in ausiliaria del personale militare che si avvalga dell’“opzione”, vorranno procedere alla revoca del trattamento provvisorio di pensione, comprensivo della relativa indennità di ausiliaria, avendo cura di conservare agli atti la formale rinuncia degli interessati ai benefici economici e pensionistici, correlati all’ausiliaria, già maturati ed al trasferimento della partita pensionistica alle competenti sedi territoriali dell’INPS, secondo le modalità informatizzate previste per il personale militare che cessa direttamente nella riserva o nel congedo assoluto ovvero a seguito di decesso, comunicando gli anticipi di pensione già corrisposti per i necessari conguagli.
Si ritiene infine che, trattandosi di misura alternativa, nella sostanza, all’indennità di ausiliaria, l’ammontare del montante contributivo, così come sopra rideterminato, non possa entrare a far parte del cd. “doppio calcolo” ai fini dell’applicazione dei commi 707 e 708 della legge 23 dicembre 2014, n. 190 (legge di stabilità per il 2015) che ha precluso, con effetto dal 1° gennaio 2015, la possibilità di maturare, con il sistema contributivo, un trattamento superiore a quello che sarebbe stato corrisposto con il sistema retributivo.
2. INDENNITÀ DI AUSILIARIA
L’art. 1, comma 1, lettera h) del D.Lgs. n. 94/2017, nel sostituire il comma 2, dell’art. 992 del C.O.M. ha stabilito che: “il personale militare permane in ausiliaria per un periodo di cinque anni”. Pertanto, la durata dell’ausiliaria e della correlata indennità di cui all’art. 1870 del C.O.M. è stata generalizzata in cinque anni.
Relativamente alla permanenza in ausiliaria del personale già posto in congedo alla data di entrata in vigore dei provvedimenti di riordino (7 luglio 2017) - come chiarito dalla collaterale D.G. PERSOMIL con la Circolare in riferimento - lo stesso ne vedrà prolungata la permanenza fino al raggiungimento dei cinque anni dalla data di collocamento in detta posizione del congedo.
Tanto si evidenzia per i riflessi che detto prolungamento produce e produrrà sulla rideterminazione dell’indennità di ausiliaria alle scadenze di legge e/o contrattuali previste nonché sulla riliquidazione del trattamento di quiescenza all’atto del collocamento nella riserva ex artt. 1864 del C.O.M. (per la quota “C” di pensione determinata con il sistema di calcolo contributivo2) e 1871 dello stesso C.O.M. (per le quote “A” e “B” di pensione determinate con il sistema di calcolo retributivo).
Nei confronti del personale che si trovi in posizione di ausiliaria alle date di decorrenza dei sotto indicati benefici economici recati dai provvedimenti di riordino, occorre procedere a riliquidare l’indennità di ausiliaria di cui all’art. 1870 del C.O.M., tenendo conto delle variazioni degli emolumenti del pari grado in servizio, che, come è noto, costituiscono il primo termine (minuendo) del rapporto differenziale sotteso al conteggio dell’indennità stessa.
1 Nulla si dispone per quanto riguarda le modalità del calcolo dell’incremento non potendo che attenersi a quanto già effettuato e consolidato per le Forze di Polizia, trattandosi di una mera estensione di disposizioni normative da tempo in vigore. A tale riguardo si fa rinvio alle istruzioni applicative di cui alla Circolare INPDAP n. 6 del 23/03/2005 ed al foglio INPS prot. 20989 dell’8/1/2013. In particolare, ai fini della maggiorazione in esame, la base imponibile da prendere in considerazione è la retribuzione contributiva percepita alla cessazione annualizzata. L’INPS, con foglio n. INPS.0052.14/11/2013.0021127.U., ha precisato inoltre che la base imponibile su cui calcolare la maggiorazione di cui all’art. 3 comma 7 del D.Lgs. n. 165/97 deve essere comprensiva della 13^ mensilità, degli scatti di cui all’art. 4 del D.Lgs. n. 165/1997 (aumento figurativo del 15% della voce stipendiale) e delle competenze accessorie (effettivamente percepite nell’anno) per la parte eccedente il 18%; qualora non vi sia eccedenza o non vi sia trattamento accessorio, la base imponibile deve comunque tener conto della parte della retribuzione maggiorabile del 18%.
2 Al riguardo ai sensi del combinato disposto dagli articoli 1839 e 1864 del C.O.M., si procederà a valorizzare tutte le ritenute previdenziali effettuate durante detto periodo con l’applicazione del coefficiente di trasformazione riferito all’età di collocamento in riserva.
4
In particolare, il ricalcolo dovrà effettuarsi alle decorrenze e secondo le modalità di seguito indicate:
– 1° gennaio 2017:
• aggiornamento dell’importo aggiuntivo pensionabile, nei confronti di coloro che, alla data del 31 dicembre 2016, rivestano il grado di primo Maresciallo e gradi corrispondenti con qualifica di “Luogotenente”, secondo il nuovo importo previsto dall’art. 10, comma 7, lettera a), del D.Lgs. n. 94/2017 per le F.A.;
• aggiornamento dell’importo dell’indennità operativa di base per effetto delle nuove misure fissate dall’art. 10, comma 12, del citato decreto legislativo, nei confronti dei soggetti provvisti al 31 dicembre 2016 del grado e dell’anzianità per cui opera la variazione;
– 1° ottobre 2017:
il ricalcolo dell’indennità di ausiliaria dovrà effettuarsi assumendo nel primo termine della differenza in questione il nuovo stipendio parametrale attribuito al pari grado in servizio dello stesso ruolo e con anzianità di servizio corrispondente a quella effettivamente posseduta dal militare all’atto del collocamento in ausiliaria, (cd. perequatore), intendendosi per pari grado anche colui che, per effetto del reinquadramento giuridico ed economico automatico, abbia assunto un nuovo grado (elevazione da qualifica a grado ovvero mero cambio di denominazione orizzontale) senza essere stato sottoposto, quale precondizione, ad alcun giudizio valutativo e/o comparativo, ovvero abbia mantenuto il trattamento economico, “omogeneizzato”, del grado superiore;
– 1° gennaio 2018:
nei confronti degli Ufficiali Generali e degli Ufficiali Superiori, l’indennità di ausiliaria sarà ricalcolata assumendo, nel primo termine della sottrazione, ossia negli emolumenti del pari grado in servizio, uno stipendio “virtuale” appositamente determinato con il criterio di inquadramento di cui all’art. 11, comma 7 del D.Lgs. n. 94/2017 per le F.A. e all’art. 45, comma 4 del D.Lgs. n. 95/2017 per l’Arma dei Carabinieri.
Inoltre, per il personale militare cessato a domanda, ai sensi del comma 3, dell’art. 2229 del C.O.M., nonché per quello cessato ai sensi dell’art. 1873 del C.O.M., dovrà considerarsi l’anzianità compresa tra la data di effettiva cessazione e quella del raggiungimento del limite di età (cd. periodo intervallare).
Infine, è appena il caso di rammentare che l’importo dell’indennità di ausiliaria spettante al personale militare sarà calcolato nella misura del:
– 70% della differenza tra il trattamento di quiescenza percepito ed il trattamento economico spettante nel tempo al pari grado in servizio dello stesso ruolo e anzianità per coloro che sono stati collocati in ausiliaria antecedentemente al 1° gennaio 2015;
– 50% di detta differenza per quello collocato in congedo e transitato nella posizione dell’ausiliaria a decorrere dall’1 gennaio 2015.
3. ALTRE DISPOSIZIONI AVENTI RIFLESSI PENSIONISTICI
Tutte le disposizioni del presente paragrafo hanno effetto dal 1° gennaio 2018.
a. Per l’estensione dei provvedimenti di concertazione agli Ufficiali Generali e agli Ufficiali Superiori delle Forze Armate e dell’Arma dei Carabinieri si rinvia alla circolare di PERSOMIL M_D GMIL REG2017 0415063 del 14 luglio 2017, para. 4 lettere e) e f).
Nello specifico, per le cessazioni dal servizio intervenute dal 2 gennaio 2018, l’effetto dell’incremento dell’aliquota applicabile all’indennità d’impiego operativo
5
di base attribuita al personale militare implicherà l’aumento percentuale dell’importo pensionabile per ogni anno di servizio utile prestato con la percezione della suddetta indennità, ai fini del cd. “trascinamento”, valorizzata, per il calcolo della quota “A” della pensione, nella misura percentuale di:
- 1, 25 per reparti di campagna;
- 2,75, 3,25 e 4,25 per il controllo dello spazio aereo (I, II e III grado di abilitazione),
in ragione di anno o frazione di esso.
b. L’art. 10, comma 1, lettera l) del D.Lgs. n. 94/2017 ha sostituito l’art. 1817 del C.O.M. e ha previsto l’attribuzione agli Ufficiali Generali e agli Ufficiali Superiori delle F.A. dell’assegno pensionabile nelle misure mensili lorde prestabilite, per tredici mensilità.
c. L’art. 10, comma 1, lettera n) del D.Lgs. n. 94/2017 per le F.A. e l’art. 45, comma 4 del D.Lgs. n. 95/2017 per l’Arma dei Carabinieri hanno sostituito l’art. 1820 del C.O.M. e hanno disposto l’attribuzione dell’indennità dirigenziale, nelle misure annue lorde prestabilite, per tredici mensilità che avranno effetto ai fini della pensione e dell’indennità di buonuscita.
d. L’art. 11, comma 6, del D.Lgs. n. 94/2017 per le F.A. e l’art. 45, commi 7 e 8 del D.Lgs. n. 95/2017 per l’Arma dei Carabinieri hanno inserito nel C.O.M. l’art. 2262-bis che introduce un assegno di riordino che avrà effetto sul trattamento di quiescenza, ordinario e privilegiato, sull’indennità di buonuscita e sull’equo indennizzo.
e. L’art. 10, comma 1, lettera v) del D.Lgs. n. 94/2017 per le F.A. e l’art. 45, comma 4 del D.Lgs. n. 95/2017 per l’Arma dei Carabinieri abrogano l’istituto dell’omogeneizzazione stipendiale, come meglio precisato nella citata circolare della collaterale Direzione Generale per il Personale Militare prot. n. M_DGMIL REG 2017 415063 del 14 luglio 2017, alla quale si rinvia.
Per quanto riguarda gli assegni rispettivamente elencati ai sottoparagrafi (b), (c) e (d), si precisa che gli stessi saranno valorizzati in pensione in quota A, in quota B e in quota C, senza maggiorazione del 18% ex art. 1866 del C.O.M.
4. ASSEGNI AD PERSONAM
Tali assegni, attribuiti al personale militare che, in virtù dei decreti legislativi in esame, percepisce un trattamento economico fisso e continuativo inferiore rispetto a quello precedentemente in godimento, sono, allo stato, pensionabili ma, stante la mancanza di espressa previsione normativa, non sono ricompresi nella base pensionabile maggiorata del 18%, di cui al sopra citato art. 1866 del C.O.M..
5. ASSEGNI UNA TANTUM
Gli assegni disciplinati dall’art.11, comma 8 del D.Lgs. n. 94/2017 e dall’art.11, comma 3 del D.Lgs. n. 95/2017 nonché le somme di cui all’art.10, comma 17 del D.Lgs. n. 94/2017 e all’art. 45, comma 1 del D.Lgs. n. 95/2017, sono pensionabili, quali assegni accessori, nei termini di cui all’art. 2, commi 9 e 10 della legge n. 335/1995, ossia per la parte eccedente l’incremento della base pensionabile del 18%, di cui all’art. 1866 del C.O.M..
6. TFS
Per il personale militare collocato direttamente nella riserva per effetto dell’“opzione” di cui al precedente paragrafo 1, lettera a) deve ritenersi che restino ferme le vigenti disposizioni in materia previdenziale correlate alle cessazioni per limiti di età o equiparate.
7. PROMOZIONE EX ART. 1084-BIS DEL C.O.M.
6
Si rammenta che l’istituto in parola non produce effetti pensionistici e previdenziali.
Pertanto, in ipotesi di eventuale richiamo in servizio con assegni, di durata annuale, l’importo del trattamento di quiescenza, ivi compresa l’indennità di ausiliaria, dovrà essere rideterminato con riferimento al grado inferiore rivestito nell’ultimo giorno di servizio.
Gli Enti/Comandi in indirizzo sono invitati a dare massima diffusione alle presenti disposizioni e a divulgarle ai vari livelli affinché ne siano edotti, in particolare, gli uffici liquidatori ed erogatori dei trattamenti pensionistici provvisori al personale militare, fermo restando che la circolare può essere acquisita dal sito internet di questa Direzione Generale all’indirizzo http://www.previmil.difesa.it.
IL DIRETTORE GENERALE
Dott.ssa Maura PAOLOTTI
Top
Profilo Invia Messaggio Privato
Mostra prima i Messaggi di:   
Nuovo Argomento   Rispondi    Indice del Forum -> UFFICIALI Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere a nessun Argomento
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
FORUM DONNE AMORE SESSO SEXY BLOG  AMICIZIA - RAGAZZE - RAGAZZI - DONNA - FEMMINILE INCONTRI

 

Militari.info - il forum più frequentato dai militari. Iscriviti ora!


 

 


Powered by phpBB Group © 2001 - 2017 phpBB.it
Traduzione Italiana V-0.15 phpBB.it
Il forum www.militari.info è stato creato il 3 ottobre 2005
Risoluzione video ottimizzata: 1024 x 768 e sup.
 

vacanze, viaggi, mare, montagna, hotel, lastminute, lastsecond, offerte viaggi, voli, alberghi