IL PRIMO FORUM DEI MILITARI DELLA POLIZIA  E CARABINIERI vacanze, viaggi, mare, montagna, hotel, lastminute, lastsecond, offerte viaggi, voli, alberghi - PERSONALE MILITARE POLIZIOTTI CARABINIERE DONNE E UOMINI SOLDATI  SOLDATESSE MILITARESSE FORZE ARMATE FORZE DI POLIZIA E PUBBLICO IMPIEGO - WWW.MILITARI.INFO - RUOLO VOLONTARI SERGENTI MARESCIALLI UFFICIALI MARINA ESERCITO AERONAUTICA IMPIEGATI IMPIEGATO IMPIEGATE AMICIZIA SESSO SEXY RAGAZZE RAGAZZI DONNA FEMMINILE INCONTRI INCONTRO CASERME BASI BLOG FORUMS

Indice del Forum

 

 

 

.

WWW.MILITARI.INFO
Il Forum delle Forze Armate e Forze di Polizia

 FAQFAQ   CercaCerca   Lista UtentiLista Utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 PHP121Instant Messenger   ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 

 

Seguici su Facebook Fan - News - Forze armate - Blog militari - Blog polizia
 

Gli avvicendamenti - Il meteo - Le foresterie - Il mercatino

vacanze, viaggi, mare, montagna, hotel, lastminute, lastsecond, offerte viaggi, voli, alberghi amore amicizia incontri case viaggi ferie mare soldi prestiti scambio turismo auto euro salute malattie prestiti sesso sex alberghi hotel donna donne ragazza

ragazze ragazzi uomini roma firenze venezia cagliari foggia napoli milano veneto bologna emilia romagna rimini san marino liguria valle d'aosta piemonte CHATTARE SINGLE italia

 
   

 

   
Riforma polizziotto penitenziario
Vai a 1, 2  Successivo
 
Nuovo Argomento   Rispondi    Indice del Forum -> PERSONALE IN QUIESCENZA
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
corry



Registrato: 24/04/08 15:16
Messaggi: 69

MessaggioInviato: Gio Apr 24, 2008 3:50 pm    Oggetto: Riforma polizziotto penitenziario Rispondi Citando

Oggetto:Quesito relativo ai conteggi pensionistici per congedo assoluto
dipendente da causa di servizio, con diritto all’assegno di
pensione privilegiata di 6^ ctg rinnovabile per quattro anni dal congedo.




Salve a tutti,
sono un ex Sovrintendente di Polizia Penitenziaria (6° Livello Funzionale), arruolato nel Corpo di Polizia Penitenziaria il 05.01.1978 cessato dal servizio il 10.04.2003 per Riforma assoluta dipendente da causa di servizio ascrivibile alla 6^ catg(inidoneo permanentemente a prestare servizio sia nel Corpo che nelle pubbliche amministrazioni) al quale gli è stata concessa una pensione provvisoria lorda annua di Euro 18.419,00 sulla base di un servizio effettivo di anni 25 e mesi 3 + 5 anni di abbuono per un totale di 30 anni e mesi 3 con una percentuale di calcolo del 70.46%(applicazione del sistema di calcolo retributivo della quota “ A e B “).come di seguito determinata :
Quota “A” base pensionabile rif. ult.mo stipendio euro 29.844,31x
Aliquota pensionabile 40,25% = E.12.012,34
Quota “B” base pensionabile media euro 21.209,85x
Aliquota pensionabile 30,21= E 6.407,50
Per quanto sopra si chiede :
1. Ho diritto all’80% della base pensionabile anziché il 70.46% applicato?
2. E’ più favorevole l’applicazione di una pensione tabellare anziché quella già in godimento?
3. A quanto ammonterà la pensione definitiva?
Top
Profilo Invia Messaggio Privato
riccardo



Registrato: 15/09/06 18:16
Messaggi: 579
Residenza: LAZIO

MessaggioInviato: Gio Apr 24, 2008 9:15 pm    Oggetto: Re: Riforma polizziotto penitenziario Rispondi Citando

corry ha scritto:
Oggetto:Quesito relativo ai conteggi pensionistici per congedo assoluto
dipendente da causa di servizio, con diritto all’assegno di
pensione privilegiata di 6^ ctg rinnovabile per quattro anni dal congedo.




Salve a tutti,
sono un ex Sovrintendente di Polizia Penitenziaria (6° Livello Funzionale), arruolato nel Corpo di Polizia Penitenziaria il 05.01.1978 cessato dal servizio il 10.04.2003 per Riforma assoluta dipendente da causa di servizio ascrivibile alla 6^ catg(inidoneo permanentemente a prestare servizio sia nel Corpo che nelle pubbliche amministrazioni) al quale gli è stata concessa una pensione provvisoria lorda annua di Euro 18.419,00 sulla base di un servizio effettivo di anni 25 e mesi 3 + 5 anni di abbuono per un totale di 30 anni e mesi 3 con una percentuale di calcolo del 70.46%(applicazione del sistema di calcolo retributivo della quota “ A e B “).come di seguito determinata :
Quota “A” base pensionabile rif. ult.mo stipendio euro 29.844,31x
Aliquota pensionabile 40,25% = E.12.012,34
Quota “B” base pensionabile media euro 21.209,85x
Aliquota pensionabile 30,21= E 6.407,50
Per quanto sopra si chiede :
1. Ho diritto all’80% della base pensionabile anziché il 70.46% applicato?
2. E’ più favorevole l’applicazione di una pensione tabellare anziché quella già in godimento?
3. A quanto ammonterà la pensione definitiva?


La tua pensione di privilegio ecquivale all'aumento del decimo (+10%)
La tua aliquota di pensionabilità maturata all'atto della pensione rimarrà
sempre 70,46% mentre con il riconoscimento della p.p.o. ti dovranno aggiungere il 10%, arriverai alla massima prevista 80,46%
Dato che sei stato riformato dovrai fare domanda per avere riconosciuto l'assegno di incollocabilità.
Dai i tuoi calcoli non si avvince l'inserimento dei sei scatti previsti per la riforma.
Riccardo
_________________
"Chiunque si pone come arbitro in materia di conoscenza è destinato a naufragare nella risata degli dei"
(Albert Einstein)
Top
Profilo Invia Messaggio Privato Invia Email
corry



Registrato: 24/04/08 15:16
Messaggi: 69

MessaggioInviato: Ven Apr 25, 2008 8:31 am    Oggetto: Re: Riforma polizziotto penitenziario Rispondi Citando

riccardo ha scritto:
corry ha scritto:
Oggetto:Quesito relativo ai conteggi pensionistici per congedo assoluto
dipendente da causa di servizio, con diritto all’assegno di
pensione privilegiata di 6^ ctg rinnovabile per quattro anni dal congedo.




Salve a tutti,
sono un ex Sovrintendente di Polizia Penitenziaria (6° Livello Funzionale), arruolato nel Corpo di Polizia Penitenziaria il 05.01.1978 cessato dal servizio il 10.04.2003 per Riforma assoluta dipendente da causa di servizio ascrivibile alla 6^ catg(inidoneo permanentemente a prestare servizio sia nel Corpo che nelle pubbliche amministrazioni) al quale gli è stata concessa una pensione provvisoria lorda annua di Euro 18.419,00 sulla base di un servizio effettivo di anni 25 e mesi 3 + 5 anni di abbuono per un totale di 30 anni e mesi 3 con una percentuale di calcolo del 70.46%(applicazione del sistema di calcolo retributivo della quota “ A e B “).come di seguito determinata :
Quota “A” base pensionabile rif. ult.mo stipendio euro 29.844,31x
Aliquota pensionabile 40,25% = E.12.012,34
Quota “B” base pensionabile media euro 21.209,85x
Aliquota pensionabile 30,21= E 6.407,50
Per quanto sopra si chiede :
1. Ho diritto all’80% della base pensionabile anziché il 70.46% applicato?
2. E’ più favorevole l’applicazione di una pensione tabellare anziché quella già in godimento?
3. A quanto ammonterà la pensione definitiva?


La tua pensione di privilegio ecquivale all'aumento del decimo (+10%)
La tua aliquota di pensionabilità maturata all'atto della pensione rimarrà
sempre 70,46% mentre con il riconoscimento della p.p.o. ti dovranno aggiungere il 10%, arriverai alla massima prevista 80,46%
Dato che sei stato riformato dovrai fare domanda per avere riconosciuto l'assegno di incollocabilità.
Dai i tuoi calcoli non si avvince l'inserimento dei sei scatti previsti per la riforma.
Riccardo


Caro Riccardo ti ringrazio per avermi risposto,però non riesco a comprendere perchè non debba avere l'80% della base pensionabile,visto che nel decreto di pensione provvisoria viene testualmente citato:in applicazione dell'art. 7 del D.L.gs n. 503/92 e della Legge 335/95 si dispone che al nominato in oggetto venga conferito un trattamento provvisorio di pensione come già citato nel precedente post.
In ultimo ,si provvederà all'applicazione del D.L. 503/1992 in sede di emissione del decreto di pensione ordinaria.
Infine vorrei capire se la mia pensione è considerata:Pensione Inabilità assoluta oppure no.
Corry


Ultima modifica di corry il Ven Apr 25, 2008 3:52 pm, modificato 1 volta in totale
Top
Profilo Invia Messaggio Privato
corry



Registrato: 24/04/08 15:16
Messaggi: 69

MessaggioInviato: Ven Apr 25, 2008 2:26 pm    Oggetto: Re: Riforma polizziotto penitenziario Rispondi Citando

riccardo ha scritto:
corry ha scritto:
Oggetto:Quesito relativo ai conteggi pensionistici per congedo assoluto
dipendente da causa di servizio, con diritto all’assegno di
pensione privilegiata di 6^ ctg rinnovabile per quattro anni dal congedo.




Salve a tutti,
sono un ex Sovrintendente di Polizia Penitenziaria (6° Livello Funzionale), arruolato nel Corpo di Polizia Penitenziaria il 05.01.1978 cessato dal servizio il 10.04.2003 per Riforma assoluta dipendente da causa di servizio ascrivibile alla 6^ catg(inidoneo permanentemente a prestare servizio sia nel Corpo che nelle pubbliche amministrazioni) al quale gli è stata concessa una pensione provvisoria lorda annua di Euro 18.419,00 sulla base di un servizio effettivo di anni 25 e mesi 3 + 5 anni di abbuono per un totale di 30 anni e mesi 3 con una percentuale di calcolo del 70.46%(applicazione del sistema di calcolo retributivo della quota “ A e B “).come di seguito determinata :
Quota “A” base pensionabile rif. ult.mo stipendio euro 29.844,31x
Aliquota pensionabile 40,25% = E.12.012,34
Quota “B” base pensionabile media euro 21.209,85x
Aliquota pensionabile 30,21= E 6.407,50
Per quanto sopra si chiede :
1. Ho diritto all’80% della base pensionabile anziché il 70.46% applicato?
2. E’ più favorevole l’applicazione di una pensione tabellare anziché quella già in godimento?
3. A quanto ammonterà la pensione definitiva?


La tua pensione di privilegio ecquivale all'aumento del decimo (+10%)
La tua aliquota di pensionabilità maturata all'atto della pensione rimarrà
sempre 70,46% mentre con il riconoscimento della p.p.o. ti dovranno aggiungere il 10%, arriverai alla massima prevista 80,46%
Dato che sei stato riformato dovrai fare domanda per avere riconosciuto l'assegno di incollocabilità.
Dai i tuoi calcoli non si avvince l'inserimento dei sei scatti previsti per la riforma.
Riccardo


Scusa Riccardo da quali calcoli desumi che non mi sono stati attribbuiti i sei scatti aggiuntivi?
Ti faccio altresì presente che nel prospetto della buonuscita leggo:importo per n.6 scatti di stipendio (art.6/b legge 472/87) importo Euro 1690,29.
Importo emolumento pensionabile+scatti aggiuntivi D.L. 76/2001 euro: 00.
corry
Top
Profilo Invia Messaggio Privato
riccardo



Registrato: 15/09/06 18:16
Messaggi: 579
Residenza: LAZIO

MessaggioInviato: Ven Apr 25, 2008 2:40 pm    Oggetto: Re: Riforma polizziotto penitenziario Rispondi Citando

Caro Riccardo ti ringrazio per avermi risposto,però non riesco a comprendere perchè non debba avere l'80% della base pensionabile,visto che nel decreto di pensione provvisoria viene testualmente citato:in applicazione dell'art. 7 del D.L.gs n. 503/92 e della Legge 335/90 si dispone che al nominato in oggetto venga conferito un trattamento provvisorio di pensione come già citato nel precedente post.
In ultimo ,si provvederà all'applicazione del D.L. 503/1992 in sede di emissione del decreto di pensione ordinaria.
Infine vorrei capire se la mia pensione è considerata:Pensione Inabilità assoluta oppure no.
Corry[/quote]

La pensione di inabilità si applica a tutti i dipendenti pubblici che vengano
posti in caso di cessazione dal servizio per infermità NON DIPENDENTE DA CAUSA DI SERVIZIO,per la quale gli interessati si trovino nell'assoluta e permanente impossibilitao a svolgere qualsiasi attività lavorativa.
Per i dipendenti pubblici sono intesi tutti i dipendenti delle Amministrazioni dello Stato di cui all'rt.1 del Decreto Logislativo nr.29/93 ivi compreso anche le Forze Armate. A dare piena attuazione a tale disposizione di legge è intervenuto l'allora Ministero del Tesoro con il Decreto 8 Maggio 197 nr.187 il quale ha fissato i criteri e le regole da adottare per il riconoscimento della pensione di inabilità.
La pensione di di inabilità è atribuita a domanda perchè decorre dal mese successivo alla data di presentazione della domanda.
Il consiglio che mi sento di dare in merito è che contestualmente(ossia sotto la stessa data)cui il dipendent è sottoposto a visita prsso la relativa CMO che rileva lo stato di salute e ne dispone l'eventuale fiforma,qualora ne ricorrano i presupposti e bene che lo stesso presenti nei modi previsti,anche la domanda cautelativa di riconscimento della pensione di inabilità

In tal caso,se ne ricorrono i pressuposti ed essendo l'iter piu breve,l'Amministrazione dovrebbe corrispondere al dipendente la su detta pensione di inabilità con riserva, subordinata ad un successivo riconoscimento della dipendenza della stessa infermità SI dipendente da causa di servizio e relativa concessione della Pensione Privilegiata Ordinaria.
Un caloroso saluto a Massimog sperando che il suo problema sia risolto.
Riccardo
_________________
"Chiunque si pone come arbitro in materia di conoscenza è destinato a naufragare nella risata degli dei"
(Albert Einstein)


Ultima modifica di riccardo il Ven Apr 25, 2008 2:53 pm, modificato 2 volte in totale
Top
Profilo Invia Messaggio Privato Invia Email
riccardo



Registrato: 15/09/06 18:16
Messaggi: 579
Residenza: LAZIO

MessaggioInviato: Ven Apr 25, 2008 2:49 pm    Oggetto: Re: Riforma polizziotto penitenziario Rispondi Citando

corry ha scritto:
riccardo ha scritto:
corry ha scritto:
Oggetto:Quesito relativo ai conteggi pensionistici per congedo assoluto
dipendente da causa di servizio, con diritto all’assegno di
pensione privilegiata di 6^ ctg rinnovabile per quattro anni dal congedo.




Salve a tutti,
sono un ex Sovrintendente di Polizia Penitenziaria (6° Livello Funzionale), arruolato nel Corpo di Polizia Penitenziaria il 05.01.1978 cessato dal servizio il 10.04.2003 per Riforma assoluta dipendente da causa di servizio ascrivibile alla 6^ catg(inidoneo permanentemente a prestare servizio sia nel Corpo che nelle pubbliche amministrazioni) al quale gli è stata concessa una pensione provvisoria lorda annua di Euro 18.419,00 sulla base di un servizio effettivo di anni 25 e mesi 3 + 5 anni di abbuono per un totale di 30 anni e mesi 3 con una percentuale di calcolo del 70.46%(applicazione del sistema di calcolo retributivo della quota “ A e B “).come di seguito determinata :
Quota “A” base pensionabile rif. ult.mo stipendio euro 29.844,31x
Aliquota pensionabile 40,25% = E.12.012,34
Quota “B” base pensionabile media euro 21.209,85x
Aliquota pensionabile 30,21= E 6.407,50
Per quanto sopra si chiede :
1. Ho diritto all’80% della base pensionabile anziché il 70.46% applicato?
2. E’ più favorevole l’applicazione di una pensione tabellare anziché quella già in godimento?
3. A quanto ammonterà la pensione definitiva?


La tua pensione di privilegio ecquivale all'aumento del decimo (+10%)
La tua aliquota di pensionabilità maturata all'atto della pensione rimarrà
sempre 70,46% mentre con il riconoscimento della p.p.o. ti dovranno aggiungere il 10%, arriverai alla massima prevista 80,46%
Dato che sei stato riformato dovrai fare domanda per avere riconosciuto l'assegno di incollocabilità.
Dai i tuoi calcoli non si avvince l'inserimento dei sei scatti previsti per la riforma.
Riccardo


Scusa Riccardo da quali calcoli desumi che non mi sono stati attribbuiti i sei scatti aggiuntivi?
Ti faccio altresì presente che nel prospetto della buonuscita leggo:importo per n.6 scatti di stipendio (art.6/b legge 472/87) importo Euro 1690,29.
Importo emolumento pensionabile+scatti aggiuntivi D.L. 76/2001 euro: 00.
corry


LO STESSO PROCEDIMENTO DI VERIFICA FALLA SUL PROSPETTO DEL TUO CALCOLO DELLA PENSIONE SIA IN QUOTA "A" e "B" verifacando l'inserimento dei 6 scatti ai fine nel cacolo sulla pensione.
Riccardo
_________________
"Chiunque si pone come arbitro in materia di conoscenza è destinato a naufragare nella risata degli dei"
(Albert Einstein)
Top
Profilo Invia Messaggio Privato Invia Email
corry



Registrato: 24/04/08 15:16
Messaggi: 69

MessaggioInviato: Ven Apr 25, 2008 3:05 pm    Oggetto: Re: Riforma polizziotto penitenziario Rispondi Citando

riccardo ha scritto:
Caro Riccardo ti ringrazio per avermi risposto,però non riesco a comprendere perchè non debba avere l'80% della base pensionabile,visto che nel decreto di pensione provvisoria viene testualmente citato:in applicazione dell'art. 7 del D.L.gs n. 503/92 e della Legge 335/95 si dispone che al nominato in oggetto venga conferito un trattamento provvisorio di pensione come già citato nel precedente post.
In ultimo ,si provvederà all'applicazione del D.L. 503/1992 in sede di emissione del decreto di pensione ordinaria.
Infine vorrei capire se la mia pensione è considerata:Pensione Inabilità assoluta oppure no.
Corry


La pensione di inabilità si applica a tutti i dipendenti pubblici che vengano
posti in caso di cessazione dal servizio per infermità NON DIPENDENTE DA CAUSA DI SERVIZIO,per la quale gli interessati si trovino nell'assoluta e permanente impossibilitao a svolgere qualsiasi attività lavorativa.
Per i dipendenti pubblici sono intesi tutti i dipendenti delle Amministrazioni dello Stato di cui all'rt.1 del Decreto Logislativo nr.29/93 ivi compreso anche le Forze Armate. A dare piena attuazione a tale disposizione di legge è intervenuto l'allora Ministero del Tesoro con il Decreto 8 Maggio 197 nr.187 il quale ha fissato i criteri e le regole da adottare per il riconoscimento della pensione di inabilità.
La pensione di di inabilità è atribuita a domanda perchè decorre dal mese successivo alla data di presentazione della domanda.
Il consiglio che mi sento di dare in merito è che contestualmente(ossia sotto la stessa data)cui il dipendent è sottoposto a visita prsso la relativa CMO che rileva lo stato di salute e ne dispone l'eventuale fiforma,qualora ne ricorrano i presupposti e bene che lo stesso presenti nei modi previsti,anche la domanda cautelativa di riconscimento della pensione di inabilità

In tal caso,se ne ricorrono i pressuposti ed essendo l'iter piu breve,l'Amministrazione dovrebbe corrispondere al dipendente la su detta pensione di inabilità con riserva, subordinata ad un successivo riconoscimento della dipendenza della stessa infermità SI dipendente da causa di servizio e relativa concessione della Pensione Privilegiata Ordinaria.
Un caloroso saluto a Massimog sperando che il suo problema sia risolto.
Riccardo[/quote]
Scusa Riccardo,a questo punto sorge spontanea la domanda:chi viene riformato totale senza causa di servizio ha il privilegio di ottenere il massimo della pensione,viceversa chi ottiene contestualmente la causa di servizio viene penalizzato poichè può usufruire solo del beneficio della privilegiata in aggiunta alla percentuale riferita all'atto della riforma?e questo che intendi dire?
un caloroso saluto per la tua puntuale disponibilità
Corry
Top
Profilo Invia Messaggio Privato
corry



Registrato: 24/04/08 15:16
Messaggi: 69

MessaggioInviato: Ven Apr 25, 2008 3:19 pm    Oggetto: Re: Riforma polizziotto penitenziario Rispondi Citando

riccardo ha scritto:
corry ha scritto:
riccardo ha scritto:
corry ha scritto:
Oggetto:Quesito relativo ai conteggi pensionistici per congedo assoluto
dipendente da causa di servizio, con diritto all’assegno di
pensione privilegiata di 6^ ctg rinnovabile per quattro anni dal congedo.




Salve a tutti,
sono un ex Sovrintendente di Polizia Penitenziaria (6° Livello Funzionale), arruolato nel Corpo di Polizia Penitenziaria il 05.01.1978 cessato dal servizio il 10.04.2003 per Riforma assoluta dipendente da causa di servizio ascrivibile alla 6^ catg(inidoneo permanentemente a prestare servizio sia nel Corpo che nelle pubbliche amministrazioni) al quale gli è stata concessa una pensione provvisoria lorda annua di Euro 18.419,00 sulla base di un servizio effettivo di anni 25 e mesi 3 + 5 anni di abbuono per un totale di 30 anni e mesi 3 con una percentuale di calcolo del 70.46%(applicazione del sistema di calcolo retributivo della quota “ A e B “).come di seguito determinata :
Quota “A” base pensionabile rif. ult.mo stipendio euro 29.844,31x
Aliquota pensionabile 40,25% = E.12.012,34
Quota “B” base pensionabile media euro 21.209,85x
Aliquota pensionabile 30,21= E 6.407,50
Per quanto sopra si chiede :
1. Ho diritto all’80% della base pensionabile anziché il 70.46% applicato?
2. E’ più favorevole l’applicazione di una pensione tabellare anziché quella già in godimento?
3. A quanto ammonterà la pensione definitiva?


La tua pensione di privilegio ecquivale all'aumento del decimo (+10%)
La tua aliquota di pensionabilità maturata all'atto della pensione rimarrà
sempre 70,46% mentre con il riconoscimento della p.p.o. ti dovranno aggiungere il 10%, arriverai alla massima prevista 80,46%
Dato che sei stato riformato dovrai fare domanda per avere riconosciuto l'assegno di incollocabilità.
Dai i tuoi calcoli non si avvince l'inserimento dei sei scatti previsti per la riforma.
Riccardo


Scusa Riccardo da quali calcoli desumi che non mi sono stati attribbuiti i sei scatti aggiuntivi?
Ti faccio altresì presente che nel prospetto della buonuscita leggo:importo per n.6 scatti di stipendio (art.6/b legge 472/87) importo Euro 1690,29.
Importo emolumento pensionabile+scatti aggiuntivi D.L. 76/2001 euro: 00.
corry


LO STESSO PROCEDIMENTO DI VERIFICA FALLA SUL PROSPETTO DEL TUO CALCOLO DELLA PENSIONE SIA IN QUOTA "A" e "B" verifacando l'inserimento dei 6 scatti ai fine nel cacolo sulla pensione.
Riccardo


Purtroppo non sono in possesso del modello PA 04 perchè l'INPDAP non me lo ha mai inviato.
I dati in mio possesso sono quelli citati nel quesito rilevati dal decreto di pensione provvisoria.
Corry
Top
Profilo Invia Messaggio Privato
riccardo



Registrato: 15/09/06 18:16
Messaggi: 579
Residenza: LAZIO

MessaggioInviato: Ven Apr 25, 2008 8:33 pm    Oggetto: Re: Riforma polizziotto penitenziario Rispondi Citando

Purtroppo non sono in possesso del modello PA 04 perchè l'INPDAP non me lo ha mai inviato.
I dati in mio possesso sono quelli citati nel quesito rilevati dal decreto di pensione provvisoria.
Corry[/quote]




Non so nella polizia penitenziaria se esiste un ufficio amministrazione che tratta personale in quiescenza perchè il calcolo della pensione provvisoria lo fà praticamente il "Reparto" o l'istituto dove lavori.
Per la legge sulla trasparenza amministrativa una copia di tale prospetto và rilasciato al titolare dipendente.
Fai normale richiesta tramite il tuo Istituto del calcolo della tua pensione perchè è un tuo diritto sancito dalla legge.
Riccardo
_________________
"Chiunque si pone come arbitro in materia di conoscenza è destinato a naufragare nella risata degli dei"
(Albert Einstein)
Top
Profilo Invia Messaggio Privato Invia Email
altamura27



Registrato: 01/09/07 19:04
Messaggi: 108
Residenza: Puglia

MessaggioInviato: Sab Apr 26, 2008 9:39 am    Oggetto: Rispondi Citando

il diritto ad avere l'80% della base pensionabile spettava se le infermità erano state ascritte alla 3° categoria. poiché hai superato il quinto anno dalla data del congedo non potrai più chiedere altre cause di servizio ma solo aggravamenti della infermità che ti reso inabile al servizio.
dato che ti hanno riconosciuto il diritto all’assegno di
pensione privilegiata di 6^ ctg rinnovabile per quattro anni dal congedo, te l'ha riconosciuta anche il C.V.C.S.????
La P.P.O. la percepisci????
ti hanno calcolati I benefici combattentistici della 6° categoria?????
ti hanno chiamato per l'ulteriore visita?
se non ti hanno chiamato, questa potrebbe essere l'occasione per l'aggravamento.
Top
Profilo Invia Messaggio Privato Indirizzo AIM
corry



Registrato: 24/04/08 15:16
Messaggi: 69

MessaggioInviato: Sab Apr 26, 2008 1:24 pm    Oggetto: Rispondi Citando

altamura27 ha scritto:
il diritto ad avere l'80% della base pensionabile spettava se le infermità erano state ascritte alla 3° categoria. poiché hai superato il quinto anno dalla data del congedo non potrai più chiedere altre cause di servizio ma solo aggravamenti della infermità che ti reso inabile al servizio.
dato che ti hanno riconosciuto il diritto all’assegno di
pensione privilegiata di 6^ ctg rinnovabile per quattro anni dal congedo, te l'ha riconosciuta anche il C.V.C.S.????
La P.P.O. la percepisci????
ti hanno calcolati I benefici combattentistici della 6° categoria?????
ti hanno chiamato per l'ulteriore visita?
se non ti hanno chiamato, questa potrebbe essere l'occasione per l'aggravamento.

Dici che per avere riconosciuto l'80% le infermità dovevano essere ascritte alla 3° categoria.Come mai un mio collega riformato il 10.10.2006 (arruolato 09.05.1980 + 2 anni e 6 mesi di ricongiunzione di apprendista) con la 7 ctg ancora da riconoscere come causa di servizio,e con la seguente dicitura di riforma:non è idoneo al corpo in modo permanente e assoluto e si ulteriormente impiegabile ai ruoli civili in posti che non lo sottopongono a stress,gli hanno riconosciuto l'80% della base pensionabile
all'atto della riforma pur se non lo raggingeva?
Il C.V.C.S. mi ha riconosciuto le cause di servizio per le quali sono stato riformato,mentre ancora non si è espresso per la pensione privilegiata riguardante le stesse patologie già riconosciute dallo stesso organo dipententi da causa di servizio.
Per benefici combattentistici cosa intendi,illustrami nel dettaglio e potrò risponderti.
Dato che ancora non usufruisco della pensione privilegiata ovviamente non mi hanno richiesto ulteriore visita.
Un caloroso saluto
Corry
Top
Profilo Invia Messaggio Privato
altamura27



Registrato: 01/09/07 19:04
Messaggi: 108
Residenza: Puglia

MessaggioInviato: Sab Apr 26, 2008 8:10 pm    Oggetto: Rispondi Citando

Mi sembra molto strano che con circa 29 anni di contributi gli diano l'80% della base pensionabile. Si e no arriverà al 68% tranne se tutto il periodo l'abbia fatto nei reparti operativi dove i periodi fatti vengano conteggiati a 1/3 come l'indennità d'imbarco o reparti più operativi. Siccome che è in attesa della dipendenza di causa di servizio sta percependo una pensione provvisoria in base al maturato in servizio. Con la settima categoria gli spetterebbe il 30% della base pensionabile, poichè il maturato in servizio è piu favorevole della settima categoria se gli verrà riconosciuto la dipendenza di causa di servizio gli verrà riconosciuto la p.p.o. aggiungendo il 10% sul maturato in servizio.PERTANTO
la prima categoria da diritto al 100 per cento della base pensionabile
la seconda categoria da diritto al 90% della base pensionabile
la terza categoria da diritto all'80 per cento della base pensionabile
la quarta categoria da diritto al 70% per cento'''''''''''''''''''''''''''''''''
la quinta categoria da diritto al 60 per cento''''''''''''''''''''''''''''''''''''''
la sesta categoria da diritto al 50% per cento'''''''''''''''''''''''''''''''''''
la settima categoria da dirtto al 40% per cento'''''''''''''''''''''
l'ottava categoria da diritto al 30% per cento................
in aggiunta c'è se più favorevole ulteriore 10% della P.p.o.
Chi ha riconosciuto la dipendenza di causa di servizio spetta se l'infermità sono ascritta all'ottava e alla settima spetta un aumento del 1.25 di aumento dello stipendio e R.I.A.
DALLA 1° CATEGORIA ALLA 6° CATEGORIA SPETTA INVECE UN AUMENTO DEL 2.50
Top
Profilo Invia Messaggio Privato Indirizzo AIM
corry



Registrato: 24/04/08 15:16
Messaggi: 69

MessaggioInviato: Dom Apr 27, 2008 10:10 am    Oggetto: Rispondi Citando

altamura27 ha scritto:
Mi sembra molto strano che con circa 29 anni di contributi gli diano l'80% della base pensionabile. Si e no arriverà al 68% tranne se tutto il periodo l'abbia fatto nei reparti operativi dove i periodi fatti vengano conteggiati a 1/3 come l'indennità d'imbarco o reparti più operativi. Siccome che è in attesa della dipendenza di causa di servizio sta percependo una pensione provvisoria in base al maturato in servizio. Con la settima categoria gli spetterebbe il 30% della base pensionabile, poichè il maturato in servizio è piu favorevole della settima categoria se gli verrà riconosciuto la dipendenza di causa di servizio gli verrà riconosciuto la p.p.o. aggiungendo il 10% sul maturato in servizio.PERTANTO
la prima categoria da diritto al 100 per cento della base pensionabile
la seconda categoria da diritto al 90% della base pensionabile
la terza categoria da diritto all'80 per cento della base pensionabile
la quarta categoria da diritto al 70% per cento'''''''''''''''''''''''''''''''''
la quinta categoria da diritto al 60 per cento''''''''''''''''''''''''''''''''''''''
la sesta categoria da diritto al 50% per cento'''''''''''''''''''''''''''''''''''
la settima categoria da dirtto al 40% per cento'''''''''''''''''''''
l'ottava categoria da diritto al 30% per cento................
in aggiunta c'è se più favorevole ulteriore 10% della P.p.o.
Chi ha riconosciuto la dipendenza di causa di servizio spetta se l'infermità sono ascritta all'ottava e alla settima spetta un aumento del 1.25 di aumento dello stipendio e R.I.A.
DALLA 1° CATEGORIA ALLA 6° CATEGORIA SPETTA INVECE UN AUMENTO DEL 2.50

Ti faccio presente che non stiamo parlando di una pensione privilegiata tabellare,percui quanto prospettato da te non aiuta a fare chiarezza sulla questione dell'assegnazione dell'80%.Ti faccio presente che al 31.12.1997 il suo servizio utile era di 23 anni e mesi 8(58,40) +9 anni al 2%= 18(58,40+18=76,40).
Nel prospetto inviatogli dall'inpdap c'è scritto:Si conferisce la pensione ordinaria di inabilità Euro 25.976,81.
Si legge ancora nel foglio di calcolo:retribuzione all'atto della cessazione euro 31.192,00 retribuzione media " A e B" euro 29.741,64 così ripartiti:
12.412,42+11.321,17=23.736,17 + benefici combatt. L.336/70 EURO 2.240,64 . 23.736,17+2.240,64=25.976,81(questo è il totale della sua pensione)leggo altresì che all'atto della cessazione ,la sua qualifica dal 6° è stata portata al 7°.
per quanto riguarda il suo servizio non si differenzia dal mio,allora vorrei capire perchè questa disparità di trattamento?.
Un caloroso saluto
Crry


Ultima modifica di corry il Dom Apr 27, 2008 8:56 pm, modificato 1 volta in totale
Top
Profilo Invia Messaggio Privato
altamura27



Registrato: 01/09/07 19:04
Messaggi: 108
Residenza: Puglia

MessaggioInviato: Dom Apr 27, 2008 7:32 pm    Oggetto: Rispondi Citando

La pensione tabellare è tutt'altra cosa, cosi come la pensione di inabilità.
Se L'inpdap gli ha comunicato i conteggi della pensione decretando la pensione di inabilità è chiaro che e in attesa del decreto di P.P.O.
rivedendo la posizione del collega come l'hai descritta, il calcolo è giusto.
per quanto riguarda la 3° categoria el'80% della base pensionabile.
Il collega che ha maturato il 74.40 del servizio prestato, in caso di riconoscimento della dipendenza di causa di servizio di 6° o 7° categoria avra in aggiunta ulteriore 10% la cosiddetta P.P.O.
cON UN RICONOSCIMENTO di causa di servizio di 3° categoria avrebbe diritto sempre del 74.40 del servizio prestato più la P.P.O. PIù ULTERIORE incremento della base pensionabile che passerebbe dal 74.40 all'80%
sE LA SUA BASE PENSIONABILE FOSSE STATA DELL'80% E CON LA DIPENDENZA DI CAUSA DI SERVIZIO DALLA 3° ALL'8° AVREBBE DIRITTO AD L'ULTERIORE 10 % DELLA DELLA BASE PENSIONABILE CIOè L 80% + ULTERIORE 10% della P.P.O. uguale 90%
Se non sono stato esauriente dimmelo
Ciao
Top
Profilo Invia Messaggio Privato Indirizzo AIM
corry



Registrato: 24/04/08 15:16
Messaggi: 69

MessaggioInviato: Dom Apr 27, 2008 8:20 pm    Oggetto: Rispondi Citando

altamura27 ha scritto:
La pensione tabellare è tutt'altra cosa, cosi come la pensione di inabilità.
Se L'inpdap gli ha comunicato i conteggi della pensione decretando la pensione di inabilità è chiaro che e in attesa del decreto di P.P.O.
rivedendo la posizione del collega come l'hai descritta, il calcolo è giusto.
per quanto riguarda la 3° categoria el'80% della base pensionabile.
Il collega che ha maturato il 74.40 del servizio prestato, in caso di riconoscimento della dipendenza di causa di servizio di 6° o 7° categoria avra in aggiunta ulteriore 10% la cosiddetta P.P.O.
cON UN RICONOSCIMENTO di causa di servizio di 3° categoria avrebbe diritto sempre del 74.40 del servizio prestato più la P.P.O. PIù ULTERIORE incremento della base pensionabile che passerebbe dal 74.40 all'80%
sE LA SUA BASE PENSIONABILE FOSSE STATA DELL'80% E CON LA DIPENDENZA DI CAUSA DI SERVIZIO DALLA 3° ALL'8° AVREBBE DIRITTO AD L'ULTERIORE 10 % DELLA DELLA BASE PENSIONABILE CIOè L 80% + ULTERIORE 10% della P.P.O. uguale 90%
Se non sono stato esauriente dimmelo
Ciao

Caro "altamura27" forse ti è sfuggito che ho parlato dell'80% senza aggiungere il 10%della pensione privilegiata poichè ancora non gli è stata concessa in quanto prima gli devono riconoscere la dipendenza della c.s. per l'unica patologia che è stata oggetto di riforma.
Spero di essere stato chiaro.
Ciao
Corry
Top
Profilo Invia Messaggio Privato
Mostra prima i Messaggi di:   
Nuovo Argomento   Rispondi    Indice del Forum -> PERSONALE IN QUIESCENZA Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere a nessun Argomento
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
FORUM DONNE AMORE SESSO SEXY BLOG  AMICIZIA - RAGAZZE - RAGAZZI - DONNA - FEMMINILE INCONTRI

 

Militari.info - il forum più frequentato dai militari. Iscriviti ora!


 

 


Powered by phpBB Group © 2001 - 2012 phpBB.it
Traduzione Italiana V-0.15 phpBB.it
Il forum www.militari.info è stato creato il 3 ottobre 2005
Risoluzione video ottimizzata: 1024 x 768 e sup.
 

vacanze, viaggi, mare, montagna, hotel, lastminute, lastsecond, offerte viaggi, voli, alberghi